1. Origini e focus

Burattinaio: Puppeteer, sviluppato da Google, è una libreria Node.js e un framework di test del browser. Offre un'API di alto livello per il controllo di Chrome headless tramite il protocollo DevTools. Puppeteer è progettato su misura per Chrome, Chromium e JavaScript e si concentra su automazione, web scraping e test delle prestazioni.

Selenio: Selenium, avviato da Thoughtworks nel 2004, comprende una raccolta di strumenti open source per testare le applicazioni del browser. Copre un ampio spettro di browser, inclusi Chrome, Firefox, Safari, Internet Explorer, Edge e Opera, e supporta più lingue. Selenium è dedicato al test delle applicazioni web.

2. Supporto del browser

Burattinaio: Puppeteer si rivolge principalmente a Chrome e Chromium, non offrendo supporto immediato per più browser.

Selenio: Selenium è progettato per test cross-browser, rendendolo compatibile con vari browser, che è la sua caratteristica distintiva.

3. Gestione delle prestazioni

Burattinaio: Puppeteer eccelle nella gestione delle prestazioni, fornendo funzionalità come la registrazione delle prestazioni di runtime e di caricamento, l'acquisizione di screenshot e la limitazione delle prestazioni della CPU per simulare le prestazioni dei dispositivi mobili.

Selenio: Selenium non offre le estese funzionalità di gestione delle prestazioni presenti in Puppeteer.

4. Facilità d'uso

Burattinaio: Puppeteer è facile da programmare per sviluppatori JavaScript esperti, ma manca di funzionalità di automazione dei test dedicate presenti in Selenium. Non fornisce un ambiente di sviluppo integrato (IDE) per scrivere e gestire script di test.

Selenio: Selenium è una soluzione più complessa grazie al suo ampio supporto per più browser, lingue e piattaforme. La configurazione di Selenium WebDriver e Selenium Grid può essere impegnativa. L'IDE di Selenium facilita la registrazione e la modifica degli script, migliorando la produttività dei tester.

5. Lingua e curva di apprendimento

Burattinaio: Puppeteer utilizza JavaScript, rendendolo accessibile agli sviluppatori JavaScript. Si concentra sull'automazione di Chrome ma non fornisce un IDE di test completo.

Selenio: Selenium utilizza il selenese come linguaggio per la definizione degli script di test. Supporta più linguaggi, tra cui JavaScript, Java, Ruby, C# e Python, introducendo una curva di apprendimento per gli sviluppatori.

6. Scopo

Burattinaio: Puppeteer mira principalmente ad automatizzare Chrome e Chromium, concentrandosi su automazione, web scraping e test delle prestazioni. Manca di funzionalità di test dedicate presenti in Selenium.

Selenio: Selenium è progettato per il test delle applicazioni Web, in particolare su vari browser e piattaforme, rendendolo ideale per i test su più browser.

7. Complessità di installazione

Burattinaio: L'installazione di Puppeteer è semplice utilizzando npm o Yarn, rendendolo facilmente accessibile per gli sviluppatori Node.js.

Selenio: L'installazione di Selenium è più complessa e implica la configurazione di moduli, browser e linguaggi specifici, il che può essere più impegnativo rispetto a Puppeteer.

8. Restrizioni geografiche e raschiamento dei dati

Burattinaio: Puppeteer non affronta intrinsecamente le restrizioni geografiche. L'integrazione con i proxy può essere utilizzata per superare tali limitazioni.

Selenio: Il selenio può essere integrato con i provider proxy per aggirare le restrizioni geografiche e altri ostacoli posti dai siti web, rendendolo più versatile per il web scraping.

9. Test paralleli

Burattinaio: Puppeteer non dispone di funzionalità integrate per test paralleli su più macchine.

Selenio: Selenium Grid consente l'esecuzione di script WebDriver su macchine remote, consentendo test paralleli su diversi browser e piattaforme.

10. Funzionalità di estensione

Burattinaio: Puppeteer può essere esteso per funzionalità aggiuntive, incluso lo scraping dei dati, attraverso integrazioni e strumenti di terze parti.

Selenio: Il selenio è versatile e può supportare lo scraping dei dati, offrendo robuste funzionalità di automazione.

Burattinaio vs selenio: scegliere il giusto strumento di automazione

Scegliere la vestibilità giusta

Il test delle applicazioni Web è essenziale e la scelta tra Puppeteer e Selenium dipende dalle tue esigenze specifiche. Se il tuo obiettivo è principalmente testare applicazioni web su più browser, Selenium è la scelta migliore. È progettato per test multipiattaforma. Se hai a che fare esclusivamente con Chrome e JavaScript, Puppeteer è la soluzione più adatta.

Indipendentemente dalla tua scelta, considera Scraping Browser di Fineproxy come una soluzione per semplificare gli sforzi di raccolta dati, risparmiando tempo e risorse. Questo browser di scraping automatizzato facilita le interazioni utilizzando Puppeteer (Python), Playwright (Node.js) o Selenium.

Burattinaio contro Cipresso

Quando si decide tra Puppeteer e Cypress, è importante considerare le proprie esigenze e requisiti di test specifici. Entrambi gli strumenti sono preziosi di per sé, ma hanno caratteristiche distinte. Ecco un confronto per aiutarti a scegliere quello più adatto al tuo progetto:

Burattinaio

  1. Caso d'uso:

Puppeteer è progettato principalmente per l'automazione del browser, il web scraping e il controllo headless di Chrome. Non è esclusivamente uno strumento di test ma può essere utilizzato per eseguire test.

  1. Controllo del browser:

Puppeteer ti consente di controllare e automatizzare i browser Chrome e Chromium, rendendolo la scelta ideale se i tuoi test e l'automazione ruotano attorno a questi browser.

  1. Linguaggio di programmazione:

Puppeteer è una libreria Node.js ed è più adatta agli sviluppatori che hanno familiarità con JavaScript.

  1. Interazione con il browser:

Puppeteer può simulare le interazioni dell'utente e navigare attraverso le pagine web. È adatto per scenari in cui è necessario automatizzare interazioni complesse con un browser headless.

  1. Test delle prestazioni:

Puppeteer fornisce funzionalità per il test delle prestazioni, come la registrazione delle prestazioni di runtime e di caricamento, l'acquisizione di schermate e la simulazione delle prestazioni dei dispositivi mobili.

  1. Scalabilità:

Puppeteer può essere utilizzato per lo scraping, ma se è necessario ampliare i test, potrebbe essere necessario gestire personalmente l'integrazione e la parallelizzazione dei proxy.

Cipresso

Caso d'uso:

Cypress è specificamente progettato per il test end-to-end delle applicazioni web. È un framework di test incentrato sulla garanzia della qualità e della funzionalità delle applicazioni web.

  1. Controllo del browser:

Cypress ha il proprio motore di automazione del browser che viene eseguito all'interno di Chromium. È strettamente integrato con questo browser e progettato per il test delle applicazioni web.

  1. Linguaggio di programmazione:

Gli script di test Cypress sono scritti in JavaScript, ma lo strumento fornisce un'API di livello superiore specifica per i test, rendendolo facile da usare per i tester con esperienza di codifica limitata.

  1. Interazione con il browser:

Cypress eccelle nella simulazione delle interazioni dell'utente con le applicazioni web, rendendolo una scelta eccellente per i test end-to-end delle app web.

  1. Test delle prestazioni:

Sebbene Cypress si concentri sui test, non fornisce le funzionalità estese di test delle prestazioni offerte da Puppeteer.

  1. Scalabilità:

Cypress semplifica la parallelizzazione dei test e la gestisce senza problemi, rendendolo una buona scelta per aumentare le attività di test.

Quale scegliere:

  • Scegli Burattinaio se il tuo caso d'uso principale include web scraping, automazione headless di Chrome o interazioni più complesse con il browser. Se hai dimestichezza con JavaScript e Node.js, Puppeteer può essere una scelta versatile.
  • Scegli Cipresso se il tuo obiettivo principale è il test end-to-end delle applicazioni web. Cypress offre un approccio intuitivo alla scrittura e alla gestione dei test e semplifica la parallelizzazione. È ideale per tester e sviluppatori che desiderano garantire la qualità e la funzionalità delle applicazioni web.

In definitiva, la scelta tra Puppeteer e Cypress dipende dalla natura del tuo progetto e dalle attività specifiche di test o automazione che devi svolgere. Ogni strumento ha i suoi punti di forza e la decisione dovrebbe essere in linea con i tuoi obiettivi e le tue competenze.

Scegliere e acquistare il Proxy

Proxy per data center

Proxy a rotazione

Proxy UDP

Scelto da oltre 10.000 clienti in tutto il mondo

Cliente proxy
Cliente proxy
Cliente proxy flowch.ai
Cliente proxy
Cliente proxy
Cliente proxy